AndroidASUS Zenfone 10Recensione

Recensione di ASUS Zenfone 10: il futuro del design degli smartphone

ASUS Zenfone 10, la recensione del migliore smartphone Android compatto

Non è passato molto tempo da quando abbiamo fornito una recensione molto favorevole dell’ASUS Zenfone 9, che si è distinto come una delle opzioni più accattivanti sul mercato per gli smartphone Android compatti con una dimensione dello schermo inferiore a 6 pollici. Sorprendentemente, in meno di un anno, ASUS ha presentato il suo successore, giustamente chiamato Zenfone 10, indicando che l’azienda riteneva che fosse il momento giusto per il suo rilascio (sebbene la disponibilità effettiva sia un argomento a parte).

La filosofia alla base di questo nuovo prodotto rimane in gran parte la stessa del suo predecessore. Tuttavia, incorpora diverse innovazioni volte a fornire un’offerta più completa e, complessivamente, superiore. Per determinare quanto sia veramente migliore e se meriti di essere considerato un acquisto consigliato in un mercato sempre più competitivo e affollato, puoi scoprire di più continuando a leggere la nostra recensione approfondita dell’ASUS Zenfone 10.

Caratteristiche tecniche

ASUS Zenfone 10 possiede una scheda tecnica di tutto rispetto

È importante chiarire che ASUS non intende che il nuovo Zenfone 10 sia un modello rivoluzionario o un completo allontanamento dal suo predecessore. Invece, rappresenta un passo avanti incrementale, basato su molti aspetti condivisi con il suo predecessore. La notevole differenza sta nel SoC (System on a Chip), che passa dallo Snapdragon 8+ Gen 1 allo Snapdragon 8 Gen 2. Sebbene entrambi siano chip potenti, quest’ultima revisione offre un significativo aumento delle prestazioni e, cosa più importante, una maggiore energia gestione, con conseguente maggiore efficienza e migliore durata della batteria. Analogamente alle nostre osservazioni durante la recensione dello Zenfone 9, mettiamo in dubbio la necessità del SoC più potente su uno smartphone come questo, che potrebbe potenzialmente essere allettante con specifiche meno impegnative e un prezzo inferiore. Tuttavia, ASUS ha evidentemente scelto di non scendere a compromessi in tal senso, e la loro decisione è senza dubbio fondata.

Ora, approfondiamo la GPU, che è l’Adreno 740, e l’inclusione di moduli RAM LPDDR5X velocissimi. Anche la memoria di archiviazione è degna di nota, utilizzando la tecnologia UFS 4.0, disponibile nelle capacità da 128 GB, 256 GB e da 512 GB appena introdotte. Queste specifiche rendono evidente che ASUS Zenfone 10 è una vera potenza. Mantiene la protezione IP68, garantendo resistenza ad acqua e polvere, offrendo opzioni di connettività complete, tra cui Bluetooth 5.3 e supporto NFC. L’esperienza audio è impressionante, trasmessa attraverso due altoparlanti stereo e migliorata con il formato Dirac Audio, che offre un’eccellente chiarezza e pulizia, anche al massimo volume, anche se vale la pena notare che supporta Dirac Audio piuttosto che Dolby Atmos per l’audio spaziale.

Scheda tecnica ASUS Zenfone 10

Caratteristica Specifica
Dimensioni 146.5 x 68.1 x 9.4 mm
Peso 172 grammi
Display OLED da 5,9 pollici 20:9
Risoluzione 1080 x 2400 pixel
Refresh rate a 120 Hz, 144 Hz in modalità gioco
Luminosità: 800 nit e 1100 nit di picco
SoC Snapdragon 8 Gen 2
RAM 8/16 GB
Fotocamere posteriori Wide 50 MP, f/1.9
Ultrawide 13 MP, 120° FOV
Fotocamera frontale 32 MP, RGBW
Connettività Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac/6
Bluetooth 5.3 con A2DP
Sensori Accelerometro, Giroscopio, Bussola elettronica, Prossimità, Impronta Digitale
Giroscopio
Bussola elettronica
Prossimità
Impronta Digitale
Colori Midnight Black, Comet White, Eclipse Red, Aurora Green, Starry Blue
Comet White
Eclipse Red
Aurora Green
Starry Blue
Batteria 4300 mAh
Memoria e prezzo 8 GB RAM + 128 GB – 799€
8 GB RAM + 256 GB – 849€
16 GB RAM + 512 GB – 929€

Design

ASUS Zenfone 10 ha un design quasi immutato rispetto al predecessore

Il design dello Zenfone 10 rafforza un senso di continuità con il suo predecessore più recente, lo Zenfone 9, in quanto segue da vicino lo stesso approccio progettuale. Quando si confrontano le dimensioni, sono quasi identiche, con un aumento appena percettibile di 0,3 mm di spessore e un peso leggermente più pesante di 3 grammi. Mettendoli uno accanto all’altro è quasi impossibile differenziarli dal davanti, anche se sul retro ci sono alcuni dettagli distintivi. Tuttavia, la nostra valutazione estetica rimane invariata rispetto allo scorso anno, poiché è stata molto positiva. Lo Zenfone 10 è uno smartphone ben realizzato con una forma equilibrata e piacevole. Il suo aspetto simile al mattone offre soluzioni eleganti che mostrano sobrietà e pulizia delle linee, che sono davvero notevoli, anche se potrebbero non essere molto originali.

La parte frontale dello Zenfone 10 presenta uno schermo protetto da Gorilla Glass Victus, con cornici non eccessivamente sottili, in particolare sui lati più corti, ma non eccessivamente fastidiose. Il piccolo foro rotondo è posizionato in modo asimmetrico in alto a sinistra, simile al suo predecessore. Il telaio in alluminio ospita i familiari tasti del volume e di accensione, il connettore e lo slot SIM, e conserva anche il jack audio da 3,5 mm, che è una caratteristica positiva per coloro che preferiscono le connessioni audio cablate.

D’altra parte, il retro dello Zenfone 10 è ancora una volta realizzato in plastica, in particolare un bio policarbonato ricavato da sottoprodotti della silvicoltura. Ciò dimostra l’impegno del dispositivo per la sostenibilità ambientale, che è ulteriormente evidente nell’uso di materiali riciclati per l’imballaggio. La cover posteriore presenta la stessa finitura opaca e testurizzata dello Zenfone 9, fornendo un’aderenza eccellente e riducendo al minimo la visibilità delle impronte digitali. La scelta di una cover posteriore in polimero anziché in vetro potrebbe non fornire la stessa sensazione di qualità, ma contribuisce a ridurre il peso complessivo e offre una serie di vantaggi. ASUS ha preso un’encomiabile decisione di rimuovere etichette e scritte eccessive e un po’ pacchiane che erano presenti sul predecessore, optando invece per posizionare solo il logo nell’angolo in basso a destra e il nome “ASUS Zenfone” appena sotto il modulo della fotocamera.

Ancora una volta, la configurazione della fotocamera sullo Zenfone 10 è composta da due obiettivi alloggiati in moduli circolari separati impilati verticalmente, con il modulo della fotocamera principale leggermente sporgente rispetto alla superficie. Il dispositivo offre una vasta gamma di opzioni di colore, tra cui Midnight Black, Starry Blue, Aurora Green (che è particolarmente attraente), Eclipse Red e Comet White.

Display

ASUS Zenfone 10 ha un ottimo display OLED da 5.9'

Le somiglianze tra lo Zenfone 10 e il suo predecessore, lo Zenfone 9, si estendono anche al display. Mantiene le stesse dimensioni dello schermo di 5,9 pollici, utilizzando la tecnologia Super AMOLED con supporto HDR10+. Ci sono state speculazioni negli ultimi mesi che suggeriscono che lo Zenfone 10 potrebbe avere uno schermo più grande, forse oltre i 6 pollici. Tuttavia, ASUS ha prontamente smentito queste voci, sia nelle dichiarazioni che attraverso il dispositivo stesso. Questo nuovo smartphone rimane uno dei pochissimi dispositivi sul mercato che offre specifiche tecniche di fascia alta combinate con dimensioni compatte. Questa combinazione unica distingue lo Zenfone 10 dalla concorrenza, rendendolo una scelta convincente per chi cerca un telefono potente con un fattore di forma ridotto.

Tornando al display, come accennato in precedenza, condivide molte similitudini con il modello precedente. Offre una luminosità di picco massima di 1100 nit, che è eccellente e garantisce un’ottima leggibilità in tutte le condizioni di illuminazione. Il display è anche in grado di riprodurre i contenuti HDR con grande precisione. Tuttavia, analogamente al suo predecessore, lo Zenfone 10 non implementa la tecnologia LTPO (ossido policristallino a bassa temperatura), che consentirebbe una frequenza di aggiornamento di 1 Hz con un display sempre attivo. Di conseguenza, è consigliabile attivare l’Always-on Display solo quando necessario per preservare la durata della batteria.

Un’area in cui lo Zenfone 10 mostra miglioramenti rispetto al suo predecessore è nella frequenza di aggiornamento massima, che può raggiungere fino a 144 Hz. Tuttavia, è importante notare che questa frequenza di aggiornamento più elevata è specificatamente disponibile negli scenari di gioco. In tutte le altre situazioni, la frequenza di aggiornamento rimane ancora impressionante a 120 Hz, proprio come lo Zenfone 9.

Fotocamera

ASUS Zenfone 10 conferma il doppio obiettivo posteriore, senza quindi un tele

Lo Zenfone 10 e il suo predecessore condividono molte somiglianze, incluso il modulo della fotocamera principale. Nonostante le voci suggerissero l’adozione di un sensore Samsung ISOCELL da 200 MP, ASUS ha deciso di utilizzare l’ottimo sensore Sony IMX766 da 50 MP, che ha una dimensione di 1/1,56″ e un’apertura di f/1,9. Pur non essendo il sensore più recente sul mercato, è stato scelto da molti produttori per le sue qualità impressionanti e le eccellenti prestazioni in vari scenari di ripresa.Nel caso dello Zenfone 10, è completato da un sistema di stabilizzazione ottica a 6 assi che funziona in combinazione con l’autofocus e la raffinata elettronica stabilizzazione, potenziata da algoritmi migliorati.Di conseguenza, la fotocamera cattura foto eccellenti con dettagli ricchi, colori realistici e vivaci e produce ritratti impressionanti con efficaci effetti bokeh.

In condizioni di scarsa illuminazione, Zenfone 10 continua a stupire offrendo alti livelli di dettaglio riducendo al minimo il rumore. La fotocamera ultrawide, nonostante ASUS non abbia fornito specifiche tecniche dettagliate, ha subito un leggero miglioramento, passando da 12 MP a 13 MP ed espandendo il campo visivo da 113° a 120°. Nonostante questi cambiamenti, rimane coerente e coerente con l’obiettivo principale, catturando scatti avvincenti in varie condizioni.

Purtroppo, l’azienda ha scelto di non affrontare il limite più notevole del modello precedente, ovvero l’assenza di un terzo teleobiettivo. Di conseguenza, le capacità di zoom sono limitate allo zoom digitale dell’obiettivo principale, che funziona bene con un ingrandimento 2x ma si deteriora naturalmente all’aumentare del livello di zoom.

Quando si tratta di registrazione video, Zenfone 10 offre la possibilità di girare in 8K a 24 fps, ma potrebbe non valerne la pena per la maggior parte degli utenti. In genere è meglio optare per il 4K a 60 fps, che fornisce riprese più fluide e piacevoli. Se preferisci registrare in HDR, puoi farlo a 30 fps su tutte le risoluzioni da 4K in giù. La qualità complessiva del video è eccellente, con risultati dettagliati e coinvolgenti.

Il sistema di stabilizzazione è particolarmente curato, supportato da un hardware di prim’ordine. Sono disponibili tre opzioni di stabilizzazione: disattivata, adattiva e HyperSteady. L’opzione adattiva è efficace e utile per ridurre l’effetto mosso mentre si regola il campo visivo in base alla situazione. La modalità HyperSteady è adatta a scenari molto dinamici, come gli sport, sebbene abbia il compromesso di scattare con risoluzione FHD e 60 fps (o 30 fps in HDR) con un campo visivo ridotto.

Lo Zenfone 10 apporta un miglioramento più significativo alla sua fotocamera selfie, che ora vanta un sensore da 32 MP con tecnologia pixel binning che produce un output di 8 MP. Questo sensore avanzato utilizza la tecnologia RGBW (Red-Green-Blue-White), che incorpora pixel bianchi all’interno della disposizione dei pixel per migliorare la luminosità e ridurre il rumore nell’immagine catturata. I risultati sono impressionanti, offrendo selfie altamente dettagliati che si adattano perfettamente a varie applicazioni.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Videogiochi

ASUS Zenfone 10 conferma l'attitudine ai videogiochi grazie all'interfaccia Game Genie

Le specifiche tecniche dello Zenfone 10 lo rendono un dispositivo versatile in grado di gestire qualsiasi gioco disponibile sul Play Store, così come le versioni future. Con il suo chipset potente e avanzato, garantisce prestazioni di prim’ordine, consentendo agli utenti di godersi i giochi con le massime impostazioni grafiche senza problemi. Tuttavia, le dimensioni ridotte dello schermo possono rappresentare una sfida quando si interagisce con giochi che hanno interfacce complesse o sono visivamente ricchi, sia in termini di seguire l’azione che di premere con precisione i pulsanti virtuali, specialmente per chi ha le mani più piccole. Tuttavia, ciò non diminuisce l’esperienza di gioco complessiva sullo Zenfone 10.

Le capacità di gioco di Zenfone 10 non sono limitate dalla complessità e dalla ricchezza della modalità di gioco integrata, che è una delle funzionalità più complete e versatili presenti su uno smartphone non dedicato al gioco. ASUS, con la sua reputazione ed esperienza dalla serie ROG Phone, ha implementato un sistema di controllo del pannello Game Genie a cui è possibile accedere scorrendo dall’angolo in alto a sinistra verso il centro. Questo sistema consente agli utenti di gestire varie opzioni e strumenti, inclusa la possibilità di selezionare frequenze di aggiornamento dello schermo fino a 144 Hz e scegliere tra diverse prestazioni e preimpostazioni di risparmio energetico.

Tuttavia, vale la pena notare che lo Zenfone 10 ha la tendenza a generare una notevole quantità di calore durante le sessioni di gioco prolungate. Ne parleremo ulteriormente nel prossimo paragrafo.

Prestazioni

ASUS Zenfone 10 è potentissimo, ma soffre di qualche problema di thermal throttling

Le prestazioni dello Zenfone 10 possono essere descritte come a dir poco eccezionali. Il chipset Snapdragon 8 Gen 2 offre una potenza straordinaria, come evidenziato dai risultati dei benchmark che lo collocano al vertice della sua categoria, superando anche i dispositivi di fascia di prezzo più elevata. Indubbiamente, questo livello di potenza potrebbe essere eccessivo per gli utenti il cui utilizzo dello smartphone non richiede tali capacità. Tuttavia, per coloro che si affidano ad applicazioni ad alta intensità di risorse o giocano a giochi tecnicamente impegnativi, lo Zenfone 10 mostra davvero la sua impressionante potenza di elaborazione ed è pronto ad affrontare con facilità qualsiasi attività impegnativa.

È importante riconoscere che lo Zenfone 10 presenta alcune sfide in termini di dissipazione del calore. Sotto carichi di lavoro pesanti, lo smartphone può diventare piuttosto caldo, portando a throttling termico. Ciò significa che il dispositivo riduce le sue prestazioni per evitare un eccessivo accumulo di calore sulla CPU. Sebbene ciò possa influire sulle prestazioni complessive durante un utilizzo prolungato e intenso, è un meccanismo comune implementato in molti smartphone per proteggere i componenti interni da potenziali danni dovuti al surriscaldamento.

Asus Zenfone 10 45

Batteria

ASUS Zenfone 10 ha un batteria da 4300 mAh e introduce la ricarica wireless

Lo Zenfone 10 mantiene la stessa capacità della batteria del suo predecessore, che è un encomiabile 4300 mAh. Tuttavia, nonostante le dimensioni invariate, lo Zenfone 10 riesce a migliorare significativamente la durata complessiva della batteria, grazie alle capacità avanzate di gestione dell’energia del nuovo SoC. ASUS afferma un aumento del 12,9% della durata della batteria rispetto allo Zenfone 9, e questo sembra essere un valore realistico e credibile. Lo Zenfone 10 offre eccellenti prestazioni della batteria, poiché la combinazione del chipset Snapdragon 8 Gen 2 e le dimensioni dello schermo più piccole si traducono in un minore consumo energetico. Ciò consente a Zenfone 10 di fornire facilmente un’intera giornata di utilizzo, anche con schemi di utilizzo intensi.

Lo Zenfone 10 mantiene la sua massima velocità di ricarica a 30 W, che potrebbe non essere così impressionante o degna di nota rispetto ad alcuni concorrenti. Tuttavia, il tempo di ricarica di 75 minuti per raggiungere il 100% della capacità della batteria è ancora sufficientemente rapido per le esigenze della maggior parte degli utenti. Il vero punto forte di Zenfone 10 è l’aggiunta della capacità di ricarica wireless, che supporta velocità fino a 15 W. Questa è una gradita aggiunta che migliora il set di funzionalità complessive del telefono.

Esperienza d’uso

ASUS Zenfone 10 si usa con molto piacere grazie all'ottima ZenUI

Lo Zenfone 10 ha dimostrato di essere uno smartphone con molteplici qualità encomiabili durante il nostro utilizzo. La qualità complessiva del lavoro di ASUS è evidente e il fatto che l’azienda abbia una linea di prodotti più mirata con le linee ROG Phone e Zenfone, rispetto al numero enorme di offerte di molti concorrenti, consente loro di lavorare in modo più efficace e produrre prodotti ottimizzati e dispositivi convincenti. Ciò si riflette nella completezza dell’hardware, nel design eccellente e nelle ottimizzazioni del software che lo accompagnano per offrire un’esperienza utente eccezionale.

ASUS ha portato la sua ultima versione di ZenUI basata su Android 13 su Zenfone 10, ed è senza dubbio una delle iterazioni meglio realizzate del sistema operativo di Google. L’interfaccia offre un’esperienza quasi stock elegante, pulita ed efficiente, con ASUS che apporta numerosi miglioramenti e aggiunte per migliorare l’usabilità con una sola mano per la maggior parte delle azioni primarie. ASUS ha investito notevoli sforzi in questo aspetto, poiché gli utenti si trovano rapidamente naturalmente inclini a utilizzare molte delle funzioni dello smartphone utilizzando solo la mano che lo tiene. Questa attenzione all’usabilità è una caratteristica encomiabile di ZenUI su Zenfone 10.

Lo Smart Button sullo Zenfone 10 è una funzione preziosa che migliora l’esperienza complessiva dell’utente. Agendo sia come sensore di impronte digitali che come area tattile, il pulsante di accensione laterale offre un riconoscimento delle impronte digitali preciso e veloce. Inoltre, può essere personalizzato per eseguire azioni specifiche, fornendo agli utenti funzionalità aggiuntive. Ad esempio, facendo scorrere il pollice verso l’alto o verso il basso sullo Smart Button è possibile mostrare o nascondere il centro notifiche, che è un gesto comodo e intuitivo. Lo Zenfone 10 offre varie altre funzionalità e opzioni personalizzabili che consentono agli utenti di personalizzare e ottimizzare la propria esperienza con lo smartphone.

Il design leggero di Zenfone 10, che pesa solo 172 grammi, contribuisce alla sua sensazione confortevole ed ergonomica durante l’uso quotidiano, incluso il funzionamento con una sola mano. Tuttavia, è comprensibile che il programma di aggiornamento di ASUS possa essere deludente per alcuni utenti. La decisione dell’azienda di fornire due importanti versioni di Android e quattro anni di aggiornamenti di sicurezza potrebbe non soddisfare le aspettative di coloro che danno la priorità al supporto software a lungo termine. Vale la pena notare che le politiche di aggiornamento del software possono variare tra i diversi produttori di smartphone e alcuni potrebbero offrire periodi di supporto più lunghi. In definitiva, è importante che gli utenti considerino le loro preferenze e priorità in merito agli aggiornamenti software quando scelgono uno smartphone.

La strategia dei prezzi dello Zenfone 10, con prezzi simili al suo predecessore, offre un senso di continuità e coerenza nella gamma di prodotti. La struttura dei prezzi di € 799 per la variante da 8/128 GB, € 849 per la variante da 8/256 GB e € 929 per la variante da 16/512 GB sembra ragionevole considerando il mercato e il valore complessivo dello smartphone. Vale la pena notare che i prezzi possono variare a seconda della regione e di eventuali offerte promozionali disponibili.

La promozione di lancio “Upgrade gratuito”, che consente ai clienti di acquistare una variante superiore al prezzo della precedente, aggiunge ulteriore valore e incentivo ai potenziali acquirenti. Questa promozione a tempo limitato offre l’opportunità di ottenere un modello con specifiche più elevate senza costi aggiuntivi, rendendo lo Zenfone 10 un’opzione interessante durante il periodo promozionale.

In definitiva, la strategia dei prezzi, unita all’offerta promozionale, contribuisce a rendere lo Zenfone 10 una scelta competitiva sul mercato, soprattutto per coloro che apprezzano i miglioramenti incrementali e vogliono rimanere all’interno dell’ecosistema ASUS.

8.5

Conclusioni

In effetti, lo Zenfone 10 potrebbe non introdurre innovazioni rivoluzionarie rispetto al suo predecessore, ma si concentra sul perfezionamento e sul miglioramento delle già apprezzate funzionalità dello Zenfone 9. Il SoC Snapdragon 8 Gen 2 aggiornato offre maggiore potenza ed efficienza, consentendo ad ASUS di continuare a offrire un smartphone di dimensioni compatte con specifiche di fascia alta. Anche se il sistema di fotocamere potrebbe non essere alla pari con i dispositivi di punta, offre comunque risultati eccellenti. Il programma di supporto limitato, con solo due importanti aggiornamenti, è deludente rispetto ad alcuni concorrenti che offrono un supporto più lungo. Tuttavia, nonostante questi inconvenienti, Zenfone 10 rimane un prodotto eccellente che si rivolge a coloro che apprezzano la sua miscela unica di dimensioni compatte e funzionalità di fascia alta. Nel complesso, ASUS mira ad attirare gli utenti che apprezzano un'esperienza smartphone ben realizzata con hardware e software raffinati, anche se non introduce necessariamente progressi rivoluzionari. Lo Zenfone 10 si posiziona come una solida opzione per chi cerca un dispositivo potente e compatto che si allinei con le proprie preferenze.

Hunter Assassin

8.5

Pro

  • Specifiche tecniche eccellenti e prestazioni di fascia alta
  • Impressionante sistema di telecamere che si comporta bene in vari scenari
  • Design accattivante esteticamente gradevole
  • Dimensioni compatte, che lo rendono comodo per l'uso con una sola mano

Contro

  • Fattori di differenziazione limitati rispetto al suo predecessore, Zenfone 9
  • L'assenza di un teleobiettivo può essere uno svantaggio per alcuni utenti
  • Breve supporto per gli aggiornamenti principali, con solo due anni di garanzia
Articoli correlati
AndroidCoin MasteriPadiPhoneSoluzione

Ottenere Giri Gratuiti Coin Master di Oggi per Giugno 2024

AndroidGenshin ImpactiPadiPhoneNintendo SwitchPCPS4PS5Soluzione

Lyney miglior build Guida per Genshin Impact: Artefatti, armi e squadre

8.0
AndroidiPadiPhoneMyth: Gods of AsgardRecensione

Recensione di Myth: Gods of Asgard: un clone di Hades con un tocco nordico

8.5
Armored Core 6: Fires of RubiconPCPS4PS5RecensioneXboxseriesxXone

Recensione di Armored Core 6: Fires of Rubicon: un capolavoro mech di FromSoftware