Baldur's Gate 3PCPS5SoluzioneXboxseriesx

Baldur’s Gate 3: la migliore guida di classe definitiva

Baldur's Gate 3, la guida alle classi e le classi migliori

L’attesa è finalmente giunta al termine: Baldur’s Gate 3 è finalmente disponibile per tutti i giocatori su PC, e si appresta a coinvolgere appassionati di RPG in un’esperienza straordinaria, vasta e coinvolgente. Sfruttando l’incantevole ambientazione della Costa della Spada e le regole della Quinta Edizione di Dungeons & Dragons, il gioco offre un costrutto straordinariamente impressionante. Tuttavia, a differenza dei vecchi capitoli di Baldur’s Gate e del capolavoro precedente di Larian Studios, Divinity: Original Sin 2, Baldur’s Gate 3 si presenta con una struttura notevolmente più complessa.

Baldur’s Gate 3 è senza dubbio un gioco di ruolo in cui i giocatori possono esplorare un’ampia gamma di possibilità, senza mai uscire dai limiti imposti da D&D. In questo contesto, la scelta della classe riveste un ruolo cruciale e determina profondamente l’intera campagna, influenzando non solo gli scontri in combattimento, ma anche le abilità sociali del personaggio che si decide di interpretare. A differenza del mondo di Divinity, qui la classe assume un’importanza fondamentale che si estende a ogni aspetto del gioco.

Abbiamo compilato una guida completa sulle classi di Baldur’s Gate 3, inclusi i suggerimenti sulle migliori classi per iniziare e un’analisi delle opzioni più potenti. Tuttavia, va sottolineato che siamo ancora in una fase di sviluppo, pertanto i consigli forniti si basano principalmente sui contenuti del primo atto del gioco. Restate aggiornati per eventuali cambiamenti e novità nelle fasi successive!

Qui di seguito, vi presentiamo la nostra esclusiva guida per Baldur’s Gate 3.

Come funzionano le Classi in Baldur’s Gate 3

Hai la mia ascia

Considerando la profonda influenza di Dungeons & Dragons, la scelta della classe ha un impatto decisivo sull’esperienza di gioco. Alcune razze possono manifestare effetti peculiari quando combinati con specifiche classi e, persino, sottoclassi – anche se Larian ha mitigato in parte questa limitazione. Di conseguenza, la scelta della classe influenza in modo significativo l’intero processo di creazione del personaggio. Tuttavia, un elemento importante da considerare riguarda i personaggi Origin – cioè quelli con un background predefinito, tra cui potrete scegliere come compagni di viaggio. Pertanto, un consiglio essenziale è quello di prendere in considerazione il gruppo che state formando: un party di personaggi equilibrato e sinergico avrà un notevole vantaggio in diverse situazioni, che esamineremo dettagliatamente in seguito.

Un aspetto di vitale importanza da considerare è che la classe di appartenenza non influenza soltanto il combattimento, ma influisce anche sulle possibili interazioni con il mondo di gioco. Questo implica che optare per specifiche classi aprirà addirittura la strada a quest esclusive, dialoghi speciali e interazioni riservate solo a determinate varianti, oltre a una vasta gamma di elementi di gameplay unici. Ad esempio, la straordinaria capacità dei Druidi di comunicare con gli animali può fornire accesso a preziose informazioni che altrimenti rimarrebbero celate. Allo stesso modo, una classe con competenze atletiche potrebbe eseguire gesti impensabili per gli altri, come superare un vasto burrone con un salto audace. In sintesi, ciascuna classe offre specifici vantaggi unici da tenere attentamente in considerazione.

Ci sono classi per tutti i gusti

In Baldur’s Gate 3, troverai un’ampia selezione di 12 classi base, ognuna con specializzazioni uniche e ulteriori sottoclassi, per un totale di 46 varianti diverse. Questa vasta gamma di scelte avrà un impatto sulla composizione del tuo party. Se sei abituato a Divinity, potresti essere incline a bilanciare il gruppo con maghi e combattenti fisici. Tuttavia, in Baldur’s Gate 3, le regole sono diverse, e non è necessario preoccuparsi eccessivamente della composizione del team. Puoi tranquillamente procedere con un gruppo composto solo da attaccanti fisici, come un Guerriero, un Ladro, un Ranger e un Barbaro, oppure optare per una squadra completamente magica. Il nostro consiglio è di seguire il tuo istinto e giocare secondo i tuoi desideri personali, senza concentrarti troppo sul min-maxing, poiché tutte le classi e le combinazioni di squadra si comportano in modo eccellente.

Per quanto riguarda il combattimento, il limite massimo di livello è 12, e durante l’avventura avrete l’opportunità di acquisire numerosi nuovi strumenti per dominare il campo di battaglia. Le classi magiche, ad esempio, avranno accesso sin dall’inizio a Incantesimi (vere e proprie magie) e Trucchetti (abilità uniche o più basilari) che potrete selezionare liberamente; inoltre, vi consigliamo di usare la vostra fantasia per personalizzare al meglio il vostro personaggio. Nessuna preoccupazione comunque: fin dal primo atto, sarà possibile riassegnare le abilità, non solo per il proprio personaggio, ma anche per i compagni di viaggio che incontrerete durante il gioco.

Due parole sul Multiclassing

La varietà è veramente elevata... forse anche troppo

Una delle innovazioni più significative riguardanti le regole di base di D&D, mirata a offrire maggiore libertà al giocatore nel gameplay, riguarda la possibilità di effettuare il cosiddetto Multiclassing con notevolmente minori restrizioni. Cosa comporta ciò? Di solito, quando il giocatore raggiunge un nuovo livello, aumenterà il livello della sua Classe principale per migliorarne le capacità e ottenere nuove abilità fondamentali.

Tuttavia, in Baldur’s Gate 3, al momento del level up, è possibile scegliere di far avanzare un’altra classe diversa da quella iniziale, permettendo così l’accesso a abilità diverse e consentendo la creazione di personaggi ibridi, come ad esempio un Barbaro capace di utilizzare la magia. Per chiarire il funzionamento di questa meccanica, forniamo un esempio pratico.

Immaginiamo di avere un Guerriero di Livello 1. Quando raggiungiamo il “Livello Personaggio” 2, abbiamo la possibilità di continuare a potenziare il Guerriero, ottenendo un Guerriero di Livello 2 con accesso a nuove abilità e caratteristiche. D’altro canto, possiamo anche optare per il Multiclassing, decidendo di investire nel Ladro al Livello 2. Questo significa che il nostro eroe avrà un “Livello Personaggio 2”, ma un “Livello Classe” 1 sia per il Guerriero che per il Ladro. Di conseguenza, diventerà più versatile, ottenendo abilità da entrambe le Classi, ma la sua efficacia in ciascuna di esse sarà inevitabilmente ridotta.

Dobbiamo tener presente il prezzo da pagare per il Multiclassing: mentre un Mago di Livello 12 può utilizzare incantesimi potenti come Fulmini a Catena, un personaggio ibrido non potrà mai raggiungere la stessa potenza di fuoco. In sintesi, siamo liberi di sperimentare come desideriamo, creando ibridi di vario tipo, ma dobbiamo essere consapevoli che ci sarà sempre un prezzo, più o meno significativo, da pagare.

Tutte le Classi di Baldur’s Gate 3 e come funzionano

Quale sentiero imboccherete?
In questa sezione, esamineremo in dettaglio tutte le diverse Classi disponibili, inclusi i loro rispettivi Sottoclassi e abilità. Affronteremo la scelta cruciale che dovrai prendere nel nuovo titolo di Larian Studios, considerandola come la decisione più significativa del gioco. Ci concentreremo principalmente sugli aspetti tecnici, anziché addentrarci troppo nella “lore” o fornire descrizioni dettagliate del loro significato nell’universo di gioco. Discuteremo le capacità e le limitazioni di ciascuna Classe e valuteremo il loro rendimento. Importante tenere a mente di ragionare sempre in termini di squadra, piuttosto che individuo, poiché Baldur’s Gate 3 è un gioco che premia enormemente la collaborazione, ancor più di opere come Divinity: Original Sin 2.

A volte l'importante è essere grossi

Barbaro

Il “Barbaro” rappresenta una classe fortemente orientata al combattimento ravvicinato, che si basa principalmente sulla Forza e in misura secondaria sulla Costituzione. Sebbene sia in grado di padroneggiare efficacemente qualsiasi tipo di arma, non può indossare armature pesanti. Tuttavia, possiede una caratteristica innata che rende la sua pelle resistente come un’armatura, consentendogli di affrontare i combattimenti quasi a torso nudo, sfruttando appieno la sua robustezza fisica.

Fondamentalmente, il Barbaro è un guerriero che si nutre della Furia, una caratteristica classica che gli consente di infliggere danni considerevoli, anche se a costo di subirne di più dagli avversari. Tuttavia, ciò che rende davvero emozionante questa classe sono le sue diverse Sottoclassi, che aggiungono ulteriori sfumature e opzioni di gioco.

  1. Il Berserker incarna in modo completo l’essenza del Barbaro. Questa classe consente di raccogliere oggetti e scagliarli contro i nemici, infliggendo danni bonus proporzionali al peso dell’oggetto lanciato. Inoltre, fa affidamento sulla Furia per potenziarsi e ottenere un attacco fisico extra ogni turno, che viene considerato come un’azione bonus. A partire dal livello 5, il Berserker sblocca un secondo attacco fisico, rendendolo una delle poche classi in grado di effettuare ben tre fendenti in un solo turno. Anche se non siamo a conoscenza di come sia gestito ai livelli più alti, nella versione cartacea di D&D, la sola presenza di un Berserker è sufficiente per intimidire anche le guardie meglio equipaggiate. Pertanto, è possibile che con il progredire del gioco si sblocchino capacità ancora più potenti.
  2. Il Barbaro Totemico, al contrario, rappresenta una forma ibrida di connessione animale, quasi come un’alternativa più contenuta al Druido. Optando per questa sottoclasse, avrai l’opportunità di abbracciare un “Cuore di Bestia” tra cinque diverse creature: Orso, Aquila, Alce, Tigre e Lupo. Ognuno di questi cuori permette di acquisire capacità aggiuntive in combattimento: l’Orso, per esempio, ti consente di recuperare punti ferita oppure di accedere a una versione potenziata della Furia che riduce significativamente i danni subiti; l’Alce, invece, ti dà la possibilità di caricare i nemici da lontano; la Tigre aumenta la distanza di salto a 5 metri e concede la capacità di colpire fino a tre nemici con un singolo attacco, e così via per ciascun cuore.
Il Bardo, la classe più forte di Baldur's Gate 3?

Bardo

Il Bardo è una classe inestimabile di cantanti, le cui abilità si basano su Carisma e Destrezza. Fedele alla tradizione, questo archetipo ha il potere di influenzare avversari, nemici e il campo di battaglia tramite le sue composizioni musicali, oltre ad avere accesso a una vasta gamma di incantesimi di base. All’atto della creazione, i Bardi possono subito acquisire incantesimi utili come “Sonno”, che induce una creatura al sonno, o “Amicizia Animale”, capace di trasformare una bestia selvaggia in un affettuoso cucciolo. Attualmente, è una delle classi più potenti di D&D grazie alla sua versatilità e, soprattutto, all’efficacia dei suoi incantesimi di supporto.

Il “Canto di Riposo”, ad esempio, è in grado di ravvivare il gruppo come se avessero riposato al campo, spesso risparmiando preziosi minuti di gioco. Inoltre, il Bardo può vantare numerose abilità utili per l’esplorazione, come magie per comunicare con i defunti o addirittura leggere i pensieri dei suoi interlocutori. Le due opzioni disponibili sono le seguenti: Collegio della Sapienza e Collegio del Valore, due scelte ristrette tra le molteplici possibilità presenti in D&D. Le principali differenze tra queste due sottoclassi risiedono nel tipo di Bardo che si intende interpretare: il primo è incentrato sulla magia e sulla capacità di ammaliare gli altri con parole e canzoni, mentre il secondo ottiene abilità che gli permettono di indossare armature e maneggiare armi da combattimento ravvicinato, diventando un ibrido orientato anche alla lotta.

Shadowheart è la chierica predefinita

Chierico

Il personaggio del Chierico rappresenta l’archetipo classico basato sulla statistica Saggezza e, in misura secondaria, sul Carisma. Naturalmente, è in grado di indossare armature medie, utilizzare armi e impugnare scudi, mantenendo così una completa tradizione di abilità fantasy per questa classe. L’uso dello scudo non ostacola la sua capacità di lanciare incantesimi. Inoltre, dispone di una vasta gamma di Trucchetti iniziali e Incantesimi, i quali non richiedono alcuna presentazione: tra essi figurano la Cura Ferite, la capacità di manipolare l’acqua, diverse abilità di guarigione e di infliggere danni sacri, nonché la possibilità di silenziare i nemici. Inoltre, le magie di Comando consentono di emulare la celebre frase “Tu non puoi passare” di Gandalf il Grigio.

Invece di seguire le tradizionali Sottoclassi, il Chierico possiede l’accesso a sette distinti Domini Divini, ognuno dei quali permette di espandere notevolmente la lista delle magie a disposizione. Questi Domini includono: Vita, Luce, Inganno, Conoscenza, Natura, Tempesta e Guerra. Alcuni di questi Domini sono facilmente intuibili: ad esempio, il Dominio della Vita offre rapidamente l’abilità di utilizzare magie curative, tra cui il classico incantesimo Revive, fondamentale per rianimare compagni caduti in battaglia. Tuttavia, altri Domini sono decisamente più complessi e sorprendenti.

Il Dominio della Conoscenza, per esempio, non influisce sul combattimento diretto, ma consente l’accesso a un vasto tesoro di conoscenze, permettendo al personaggio di apprendere istantaneamente lingue sconosciute e acquisire una comprensione profonda di svariati argomenti. Dall’altro lato, il Dominio dell’Inganno permette di evocare illusioni ingannevoli, mutare l’aspetto del Chierico per ingannare avversari e ammaliare nemici, utilizzando l’astuzia e la magia per raggiungere i propri scopi.

Il Dominio della Natura, invece, ruota attorno al completo controllo delle piante e degli animali che il Chierico incontra lungo il proprio cammino. Con questa abilità, il Chierico può manipolare la flora e la fauna circostante, creando un legame unico con la natura. Insomma, ci sono innumerevoli possibilità tra cui scegliere, e il Chierico può imboccare il percorso che più rispecchia la sua personalità e le sue aspirazioni. Ogni Dominio offre abilità e poteri distinti, offrendo un’esperienza di gioco unica ed entusiasmante.

Fate l'amore con il sapore

Druido

Il Druido costituisce l’essenza classica di un individuo in totale armonia con la natura, facendo leva principalmente sulla Saggezza e, in secondo luogo, sull’Intelligenza. Oltre ad essere un esperto combattente, ogni Druido è noto per il completo dominio di una vasta gamma di incantesimi collegati alla natura, abilità che abbracciano la nebbia, la terra, l’acqua, l’aria e persino il fuoco. La peculiarità fondamentale del Druido risiede soprattutto nella sua relazione con gli animali, andando oltre la mera comunicazione con essi e permettendogli di assumere una Forma Selvatica. Questa abilità gli consente di trasformarsi in svariati animali selvatici, sia in combattimento che al di fuori di esso, spaziando dal corvo al tasso, e persino al ragno, oltre a molti altri. Ogni trasformazione conferisce al Druido potenti e uniche interazioni con l’ambiente circostante e con i personaggi che lo circondano.

  1. La sottoclasse “Circolo della Luna” si focalizza principalmente sulla “Forma Selvatica,” rappresentando la scelta ideale per coloro che desiderano concentrarsi sulla potenziata “Combat Wild Shape” e su una vasta gamma di trasformazioni uniche che cambiano radicalmente il modo di affrontare il mondo di gioco. Una di queste trasformazioni è il Corvo, che diventa disponibile appena si raggiunge il livello 2 con questa sottoclasse.
  2. Il Cerchio della Terra invece si concentra maggiormente sulle arti magiche legate alla natura, consentendo anche l’accesso a una particolare meccanica chiamata “Circoli”. Man mano che si progredisce di livello, è possibile selezionare specifici “Circoli” correlati agli ecosistemi, i quali forniscono abilità aggiuntive o potenti statistiche passive. Ad esempio, il “Cerchio della Prateria” offre la capacità di diventare invisibili e muoversi senza lasciare tracce, potenziando significativamente l’approccio stealth durante le fasi di gioco.
  3. Il Circolo delle Spore, alla fine, si dedica completamente alle muffe, funghi, spore e ogni altra entità simbiotica o parassitica. Questa variante privilegia l’attivazione di effetti aggiuntivi legati alle abilità delle spore, con un’opzione di sacrificare l’utilizzo della Wild Shape. Questo rende il Druido in questione molto pericoloso da avvicinarsi, poiché le sue abilità provocano danni necrotici pesanti.
A volte l'approccio diretto è quello migliore

Guerriero

Il Guerriero è l epitome del combattente corpo a corpo, e come tale, il suo potenziamento deriva principalmente dalla Forza e dalla Costituzione. È sicuramente la scelta ideale per coloro che desiderano impersonare un Tank, in quanto possiede tutte le capacità necessarie per indossare qualsiasi tipo di armatura e brandire ogni sorta di arma.

Oltre ad essere incredibilmente resistente, il Guerriero si rivela letale nei duelli uno contro uno, è in grado di curarsi durante il combattimento grazie al potere di Recuperare Energie, e può persino ottenere punti azione extra fin dall’inizio dell’avventura. Tuttavia, va notato che è una classe di gioco molto semplice, il che potrebbe non risultare particolarmente stimolante o variegato per i giocatori più eclettici. Fortunatamente, le sottoclassi del Guerriero hanno il potere di trasformarlo in modo significativo, aggiungendo una diversa dimensione al suo stile di combattimento.

  1. Il Maestro della Battaglia incarna l’essenza stessa del Guerriero, elevandola al massimo livello. Mette tutto in gioco, puntando sull’eccellenza del combattimento corpo a corpo e sulla supremazia in battaglia. Già dal terzo livello, acquisisce l’accesso a un repertorio di abilità uniche chiamate Manovre, regolate da un dado apposito: è possibile tentare di disarmare o far cadere a terra il nemico, prepararsi per un contrattacco devastante in caso di schivata, spingere il nemico, spaventarlo e molto altro ancora, espandendo notevolmente l’arsenale di tecniche a disposizione.
  2. Indubbiamente, il Cavaliere Mago rappresenta la variante più classica e intuitiva da descrivere. La sua caratteristica distintiva consiste nell’abilità di sbloccare slot incantesimo e una vasta lista di magie da cui attingere, permettendo di forgiare un ibrido magico-guerriero. Questa combinazione unica consente di assorbire i pregi di entrambi i mondi senza subire le penalità tipiche del Multiclassing.
  3. Il Supremo Campione personifica la completa e ineguagliabile supremazia fisica e atletica, sia sul campo di battaglia che al di fuori. Oltre a poter vantare devastanti potenziamenti al danno e alla probabilità di colpi critici – che incidono direttamente sui tiri di dado – acquisisce imponenti vantaggi su tutti i Tiri che coinvolgono Forza, Destrezza e Costituzione, dimostrando di essere in grado di compiere gesta fisiche al di là delle capacità di qualsiasi altro individuo.Questa straordinaria caratteristica si estende anche alla capacità di saltare incredibili distanze, alla forza sovrumana e ad altre numerose interazioni con il mondo di gioco.
Il momento è giunto: bisogna prendere a schiaffi qualche mindflayer

Monaco

Il Monaco è un maestro delle arti marziali e della meditazione, tratto d’ispirazione dai monaci tibetani, basando la sua forza su Destrezza e Saggezza. Un esperto combattente corpo a corpo, padroneggia l’arte di attaccare anche disarmato, canalizzando il Ki per eseguire attacchi speciali. Le sue abilità uniche includono il maestoso Passo del Vento, e la sua calma interiore gli conferisce resistenza contro veleni, malattie e persino la capacità di respingere proiettili con apparente facilità.Le sue tre diverse sottoclassi, chiamate Vie, rappresentano la quintessenza di ciò che un monaco dovrebbe incarnare, ognuna offrendo una perfetta interpretazione del suo essere.

  1. La Via della Mano Aperta è una pratica, contrassegnata dal nome stesso, che si concentra sull’utilizzo delle tecniche degli schiaffi. Tramite l’abilità di manipolare il ki dei nemici durante gli scontri corpo a corpo, diventa possibile dominarli, rendendoli inerti e prostrati a terra. Questa via offre anche la possibilità di conseguire una pace mentale, consentendo non solo di guarire sé stessi ma anche di accedere a abilità spirituali particolari.
  2. La Via delle Ombre si configura come un sentiero enigmatico, completamente orientato verso l’arte dell’invisibilità e dell’astuzia. Inganni e sortilegi che impregnano il silenzio, replicando gli incantesimi, sono soltanto il preludio al controllo totale delle ombre, un dominio acquisito solo con il procedere del viaggio. Ad un certo punto, si raggiunge la capacità di sfumare nell’oscurità e persino di sfruttare il Passo dell’Ombra per trasportarsi istantaneamente da un’ombra specifica a quella di un’altra creatura. Questo sentiero oscuro rappresenta un’abilità senza paragoni, lontana dallo sguardo indiscreto e singolare nel suo genere.
  3. La Via dei Quattro Elementi rappresenta una formula innovativa e unica che combina specifici movimenti di attacco con l’uso del Ki per produrre gli effetti di vari incantesimi elementali. Un esempio di ciò è l’abilità “Zanne del Serpente di Fuoco”, che consente di colpire un avversario tre volte, ma al posto di infliggere danni fisici, li trasforma in danni di tipo fuoco. Questa eccezionale sottoclasse offre un’ampia gamma di tecniche marziali appositamente sviluppate per abbracciare le diverse scuole di magia legate agli elementi.
Nell'Atto 1 di Baldur's Gate 3 c'è tanto male da purificare... ma i Paladini potrebbero anche tradire

Paladino

Il Paladino è una classe di guerrieri venerati, non necessitante di presentazioni. Essa si fonda principalmente sulla Forza, sebbene Saggezza e Carisma possano anch’essi rivestire importanza, a seconda delle scelte intraprese. L’essenza del Paladino risiede nell’adesione a un sacro giuramento, attraverso il quale gli viene conferita una potente connessione con il divino. Questa classe è in grado di elargire poteri sovrannaturali sia per proteggere i deboli, sia per scagliarsi come spada contro il male, accettando qualsiasi sacrificio necessario.

Nell’arsenale del Paladino figurano un’ampia gamma di abilità di natura divina e la capacità di dominare creature come i non-morti. Indossano pesanti armature e possono impugnare qualsiasi tipo di arma, potendo scegliere stili di combattimento specializzati, come l’utilizzo di uno scudo o l’impiego di entrambe le mani per brandire uno spadone. Le sottoclassi, note anche come giuramenti, offrono ulteriori opportunità di personalizzazione e sono disponibili fin dalla creazione del personaggio.

  1. Il Giuramento della Devozione tramite il suo atto solenne, concede istantaneamente l’abilità di emanare un’aura vendicativa intorno a sé. Questo percorso è dedicato alla lotta contro le creature non morte, all’impiego di poteri sacri e, in sostanza, alla personificazione dell’iconico paladino che respinge il male.
  2. Il Giuramento degli Antichi : L’inizio del percorso dei Antichi si manifesta attraverso un potentissimo incantesimo di guarigione di vasta portata. Contrariamente al suo predecessore, non acquisisce immediatamente l’accesso a poteri sacri, ma si specializza nell’armoniosa connessione con la natura, acquisendo abilità come il Raggio di Luna.
  3. Il Giuramento della Vendetta personifica l’essenza del leggendario Paladino della Ritorsione, concepito per perseguire gli avversari della legge. Questa potente forza vendicatrice dispone di una vasta gamma di abilità di esorcismo, permettendogli di invocare la potenza divina per abbattere i propri nemici.
  4. L’Apostata, in definitiva, rappresenta una classe segreta: per ottenerla è richiesto di compiere azioni malvagie insieme a un Paladino. Sin dal primo atto, sarà necessario compiere tutti gli atti più nefasti durante le missioni, torturando innocenti o uccidendo persone inermi, fino a spezzare il proprio giuramento. Naturalmente, questa sottoclasse concede accesso esclusivo a un insieme di abilità particolarmente oscure, tra cui la Corona della Sofferenza e molte altre.
A volte conviene tenere le distanze

Ranger

Il Ranger è la scelta ideale per coloro che hanno sempre sognato di incarnare l’essenza di Legolas, brandendo un arco o una coppia di lame, poiché si focalizza completamente sulla Destrezza, seconda soltanto alla Forza. Le sue abilità da esploratore e scout sono ineguagliabili, con effetti tangibili nel gameplay grazie a una serie di vantaggi esclusivi della classe. In primo luogo, è possibile designare un “nemico prediletto,” ovvero una categoria di creature, una razza o uno stile di combattimento come i maghi, per ottenere competenze extra e un vantaggio significativo nel confronto con loro. Inoltre, è necessario selezionare un talento specifico per l’esplorazione di un ambiente, che sia un territorio selvaggio o una giungla cittadina, garantendo un insieme di bonus altamente impattanti durante gli spostamenti in tale ambientazione.

  1. Il Signore delle Bestie rappresenta una particolare sottoclasse del Ranger che acquisisce il potere di convocare un Fido Compagno in battaglia, con il quale stabilisce un profondo legame, portando così una duplice minaccia sul campo di battaglia e aprendo le porte a nuove e sorprendenti esperienze di gioco. Tra le opzioni disponibili per il Fido Compagno, figurano l’possibilità di selezionare tra un possente orso, un tenace cinghiale, un maestoso ragno gigante, un astuto corvo e un feroce lupo, ognuno di essi dotato di caratteristiche uniche e distintive.
  2. Il Cacciatore, per contro, costituisce l’archetipo del cacciatore supremo ed è una sottoclasse in grado di specializzarsi in varie direzioni: Colossus Slayer rafforza i danni contro un singolo bersaglio, Giant Killer permette un’azione extra se il nemico è di dimensioni superiori al personaggio, mentre Horde Breaker (accessibile di default) offre l’opportunità di sferrare un doppio attacco in presenza di numerosi avversari nelle vicinanze.
  3. Il Cacciatore delle Tenebre, alla fine, personifica l’archetipo del Guardiano avvolto nel mistero, dotato di vista notturna, abile nel riemergere improvviso per scatenare attacchi devastanti. Acquisisce anche il potere dell’Arte Oscura, che gli permette di mimetizzarsi in specifiche situazioni e amplificare l’efficacia delle operazioni di ricognizione.
Mai fidarsi di un Ladro

Ladro

Il Ladro è personificato dall’insidioso brigante che attacca le sue vittime da dietro con abilità e intelligenza. Con spade corte, stoccate veloci, attacchi a sorpresa e rapide fughe, i Ladri in Baldur’s Gate 3 diventano veri incubi per gli avversari. La loro abilità principale è l’Attacco Furtivo, un colpo improvviso e devastante. Per raggiungere questo obiettivo, possono sfruttare una serie di azioni extra per muoversi, cambiare posizione e scomparire dal campo di battaglia, in preparazione per la prossima imboscata. Tuttavia, la scelta della Sottoclasse avrà un impatto significativo sul gameplay, con nuove abilità e opportunità che si sbloccheranno man mano che avanzano di livello.

  1. Il Furfante costituisce l’epitome di un abile furfante nell’universo del fantasy. Ciò che lo rende unico è il privilegio di poter sfruttare un secondo bonus d’azione in ogni turno, un elemento che, nelle abili mani di un Ladro, può avere conseguenze straordinarie. Inoltre, acquisisce rapidamente l’immunità totale ai danni derivanti da cadute, il che rivoluziona l’approccio all’esplorazione, un ambito in cui questa sottoclasse ha pochissimi rivali.
  2. Il Mistificatore Arcano si rivela come un abile Truffatore dotato del potere magico, soprattutto incarnato dalla Mano Arcana, un’impronta spettrale invocabile per svolgere svariate mansioni in totale autonomia dal protagonista. Al di là di ciò, al presente, il personaggio non offre molto, a parte la capacità di sfruttare l’essenza magica.
  3. Pur essendo ancora velato di enigma, nell’universo di D&D, l’Assassino emerge come una delle classi più potenti, abile nel trarre vantaggio dall’arte dell’omicidio per infliggere colpi critici a qualsiasi creatura ignara della sua presenza. Tuttavia, si rivela una classe che si sviluppa e cresce con il progredire dei livelli.
Potere illimitato

Stregone

Lo Stregone possiede un innato connubio con il mistero della magia, tratto distintivo che scaturisce dalla sua stessa essenza, magari radicata in una linea di discendenza speciale. Le sue abilità sono concentrate principalmente nel Carisma e nella Costituzione. La peculiarità distintiva dello Stregone si focalizza sulla Metamagia, un’arte che gli consente di modulare la magia stessa, donandole effetti straordinari o inattesi. Questa abilità gli permette di estendere la portata dei suoi incantesimi o addirittura di lanciarne di gemelli, capaci di colpire più di un obiettivo simultaneamente. Grazie a queste caratteristiche innate, lo Stregone inizia il suo viaggio con un considerevole repertorio di incantesimi, e cresce notevolmente di potenza a seconda della Sottoclasse che decide di abbracciare.

  1. L’essenza della Magia Selvaggia si esprime appieno attraverso la sua capacità di potenziare gli incantesimi, generando risultati imprevedibili, che spesso sfuggono a qualsiasi aspettativa. Questa forma di magia è caratterizzata da un’infinità di possibilità, pertanto è fondamentale affrontarla con la massima preparazione per fronteggiare qualsiasi tipo di conseguenza imprevista.
  2. L’opzione nota come Discendenza Draconica si basa sull’immaginario legato all’antico lignaggio dei draghi, offrendo una vasta gamma di vantaggi distintivi per la classe, tra cui affinità con specifici elementi e miglioramenti nelle statistiche dell’armatura e altre abilità. Mi chiedi se sarà possibile ottenere le ali da drago, come era possibile nella versione cartacea. Vorrei confermarti che l’implementazione di questa caratteristica dipenderà dalla specifica versione o ambientazione in cui stai giocando. Tuttavia, nel contesto attuale, sarà necessario verificare le regole e le opzioni disponibili nel mondo di gioco in cui ti trovi per determinare se questa opzione sarà inclusa o meno.
  3. La Stregoneria della Tempesta offre al Mago della Tempesta la possibilità di sfruttare la sua stretta connessione con i venti e le abilità nell’arte della Stregoneria per elevare il volo durante gli attacchi. Inoltre, mediante l’abilità Cuore della Tempesta, acquisisce difese extra e scatena devastanti danni da fulmine sul campo di battaglia.
Poteri oscuri si aggirano per Baldur's Gate

Warlock

Il Warlock, un’incarnazione di potere magico, trae la sua forza da un vincolo stretto con una creatura unica, fondando la sua abilità su Carisma e Saggezza. Le diverse varianti di Warlock si differenziano notevolmente in base all’entità con cui hanno siglato il loro patto, poiché sono vincolati e ricevono i loro poteri da questa fonte magica. Di conseguenza, il Warlock si distingue come una delle classi che subisce la più significativa metamorfosi con la scelta della sua Sottoclasse, un aspetto disponibile sin dalla fase di creazione del personaggio.

  1. Il vile essere noto come “L’Immondo” trae il suo potere da un oscuro e infausto patto con un abominevole “Fiend”. Questo legame sinistro garantisce a L’Immondo un notevole incremento del suo Carisma ogni volta che sconfigge un nemico. Più precisamente, l’elenco di incantesimi derivanti da questo patto si apre a una vasta gamma di magie sinistre, che comprendono incantesimi necrotici, ardenti e gelidi, oltre a qualche utilità magica.
  2. Il Grande Antico è al servizio di un ente proveniente dai Regni Lontani, il quale, seguendo le antiche usanze, si dedica abilmente all’arte dell’ombra e del controllo mentale. Ciò implica la capacità di scrutare i pensieri dei numerosi individui, sottomettere creature e persone, lanciare maledizioni, rallentare e manipolare in varie forme il campo di battaglia.
  3. Infine, vi è il misterioso Signore Fatato, il quale personifica la perfetta essenza della fantasia Fey, con il suo ipnotismo, contromagie e abilità soporifere e seducenti per soggiogare i nemici.
Il duro addestramento batte sempre il talento

Mago

Finalmente giungiamo al Mago, l’ultima classe nella nostra lista, la quale si basa esclusivamente sull’utilizzo dell’Intelligenza e della Saggezza. A differenza degli stregoni, il Mago acquisisce conoscenza attraverso lo studio, permettendo di conservare un’ampia gamma di formule e informazioni nel proprio libro, espandendo costantemente le opzioni a disposizione del personaggio. Questa Classe offre un’elevata personalizzazione e un talento per arricchire il combattimento in ogni singola contesa, garantendo una versatilità magica ineguagliabile rispetto a qualsiasi altra opzione disponibile.

Analogamente al Chierico, il Mago presenta una vasta gamma di scuole magiche, ognuna delle quali offre una serie di sottoclassi, nonché l’accesso a otto diverse scuole di incantesimi da apprendere. Ciascuna di queste scuole concede potenti abilità passive e, soprattutto, azioni uniche che solitamente si sbloccano intorno al livello 6. Ad esempio, la Scuola di Trasmutazione permette di creare Pietre della Trasmutazione, mentre l’Abiurazione offre la capacità di proteggere completamente una creatura alleata da danni diretti. In sintesi, il Mago può scegliere tra numerose opzioni, tutte rappresentanti un valore aggiunto rispetto alla semplice capacità di archiviare incantesimi nel proprio libro pagando un modesto prezzo.

Le classi più forti di Baldur’s Gate 3

Fidatevi: giocate quello che volete

Un importante consiglio da tenere a mente riguardo a Baldur’s Gate 3 è che è stato accuratamente bilanciato per consentire il completamento anche in modalità Tattica, indipendentemente dalla composizione del vostro gruppo. Di conseguenza, vi incoraggiamo a concentrarvi esclusivamente sulla vostra fantasia e sull’immaginario che avete scelto di intrecciare intorno ai vostri personaggi. Se state giocando con un gruppo di amici, questa consapevolezza renderà l’esperienza ancora più piacevole. In ogni caso, il miglior suggerimento che possiamo darvi è di seguire ciò che volete e ciò che vi diverte di più. Tutte le Classi disponibili hanno un’efficacia paragonabile e offrono diverse sinergie, anche se alcune potrebbero presentare leggere vantaggi rispetto ad altre.

Come Baldur’s Gate 3, anche se con una piccola debolezza nelle meccaniche di combattimento fin dai suoi primi istanti, in Divinity: Original Sin 2, l’aspetto cruciale è sempre quello di massimizzare l’attacco e minimizzare i danni subiti, senza ombra di dubbio. Il gioco offre una vasta gamma di soluzioni, un’ampia varietà di incantesimi e abilità uniche, ma quando un colpo critico violento è sufficiente per sbarazzarsi dei sottoposti di un boss, la violenza diventa costantemente la via preferita. La classe più potente in Baldur’s Gate 3 è attualmente il Guerriero Maestro della Battaglia. Le numerose abilità che consentono di controllare i nemici, la possibilità di utilizzare qualsiasi arma o armatura, i danni critici estremi e la facilità con cui si può eccellere nel gioco la rendono una scelta ideale per affrontare l’avventura in modalità Tattica.

Larian ha sempre avuto un problemino con l'efficacia delle strategie legate al danno

Dietro di loro si celano il Barbaro e il Paladino, guidati da motivazioni affini. Il Barbaro si distingue per la forza bruta, armamenti imponenti e corpose difese, con la capacità di infliggere due o persino tre attacchi per turno e numerosi altri vantaggi allettanti, rendendolo una scelta estremamente robusta. Il Paladino, al contrario, fa affidamento su un arsenale di abilità magiche incredibilmente efficaci, sfruttando soprattutto l’Apostata, considerata probabilmente la Sottoclasse più potente dell’intero universo. Tuttavia, lo Stregone non è da sottovalutare: questa Classe si rivela incomparabile in termini di pura manipolazione e danno, ma la sua crescita avviene a passo lento, in linea con la tradizione di Larian. Questo fa sì che sia il livello 12 susciti trepidazione solo a immaginarne il potenziale futuro.

Per il resto, tutte le altre categorie dimostrano di essere altrettanto valide, ognuna con chiari vantaggi e svantaggi distinti. Ad esempio, il Ladro è un maestro nel causare danni significativi, ma la sua efficacia è principalmente limitata a singoli bersagli e a un solo turno, diminuendo quando le situazioni si prolungano. In un contesto estremamente bilanciato, le uniche opzioni che sembrano attualmente leggermente inferiori alla media sono il Warlock e il Bardo. Benché offrano un’ampia gamma di abilità diverse, ciascuna in grado di affrontare situazioni specifiche, finiscono per risultare meno potenti in termini di danni e difese rispetto alle altre, che costituiscono ancora una volta gli elementi centrali del sistema. Ricordate, tuttavia, di scegliere ciò che preferite, considerando soprattutto che le Classi vi accompagneranno non solo durante i combattimenti, ma anche durante l’esplorazione, i dialoghi, le investigazioni e le numerose abilità coinvolte nella città di Baldur’s Gate.

Articoli correlati
Baldur's Gate 3Baldur's Gate 3 Guides

Dovresti diventare un empio assassino in Baldur's Gate 3?

Baldur's Gate 3Baldur's Gate 3 Guides

Come ottenere il cerchietto da pugile rognoso in Baldur's Gate 3

Baldur's Gate 3Baldur's Gate 3 Guides

Come ottenere il rendering di mente e corpo in Baldur's Gate 3

Baldur's Gate 3Baldur's Gate 3 Guides

Baldur's Gate 3: i 10 migliori bonus permanenti